The Return Of The Black Rose recensione
(www.entrateparallele.it)

febbraio 2007

BIOGRAFIA
NEWS
BANDS
CONCERTI
MUSICA
PRESS
MEDIA
IMMAGINI
CONTATTI
LINKS
HOME
Titolo: The Return Of The Black Rose
Autore: Black Rose
Genere: hard rock
Anno: 2006
Voto: 7

Dovendo fare una sintesi, i tratti distintivi di questo disco sono la raffinatezza e la cura dei dettagli. Anche se non mancano, infatti, brani ad un ritmo abbastanza sostenuto, tutto il disco è pervaso dall'idea che ogni pezzo sia stato curato al massimo, senza lasciare nulla al caso, e anche il packaging, nella sua essenzialità, con l'immagine apocalittica di un deserto illuminato da un pallido sole in mezzo a un cielo violaceo, è chiaramente il frutto di uno studio e di una cura considerevoli.
Nell'insieme, i brani che risaltano maggiormente e che migliorano grazie a questo tipo di cura sono quelli più lenti, quindi è da privilegiare la seconda parte di "The Return Of The Black Rose", a partire dal brano acustico "Ride To The Sun", pervaso di atmosfere che richiamano gli anni '70, per proseguire con la cover di "Looking For Love", dei Whitesnake, e così via.

Si consigliano, in particolare ai rocker romanticoni ed ammalati di malinconia, "Far Away" e "Never Fall In Love Again" (il pezzo migliore dell'album); nonostante i titoli siano un po' un'istigazione al suicidio, entrambi i pezzi sono costruiti molto bene e sfoderano una buona dose di energia, soprattutto nelle parti strumentali. Da notare in particolare sotto questo aspetto l'assolo centrale di "Never Fall In Love Again", veramente ottimo, e il fatto che il suo riff portante sia poi ripreso all'inizio del disco nell'intro, a sottolineare probabilmente una struttura circolare all'interno del disco che i Black Rose hanno voluto mettere in evidenza. Pescando in qua e in là, si consiglia di prestare attenzione anche ai bei cori presenti all'interno di "Ride To The Sun", allo stile vivace e coinvolgente di "Dreams" e alla già citata "Looking For Love", riproposta con risultato molto positivo.

Il consiglio che si potrebbe dare ai Black Rose è di cercare di affermarsi con un po' di prepotenza in più, visto che le carte buone da giocare ci sono e non manca nemmeno l'esperienza necessaria da parte dei membri del gruppo.

Tracklist:
1-Intro
2-Billy
3-People Say
4-Bad News
5-Ride To The Sun
6-Streets
7-Looking For Love
8-Unleashed Dogs
9-Dreams
10-Far Away
11-Where Do I Go
12-Never Fall In Love Again

Lineup:
Max Gazzoni: voce, cori e chitarra acustica
Andrea Lenzi: chitarra
Roberto Venturi: basso
Francesco Paonessa: batteria, percussioni, tastiera

Lisa Bisognin: cori
Doctor Pink: cori

Anna Minguzzi